Isola di Maui

Isola di Maui
5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

 

 

Oggi, il nostro viaggio nelle isole hawaiane ci porta sull'isola di Maui, che, con la sua superficie di 1883 kmq, è la seconda per grandezza dell’arcipelago.
L’isola di Maui è un vero paradiso, capace di soddisfare un po’ tutti i gusti, grazie alle sue bellezze naturali e paesaggistiche, che vanno dal cratere di Haleakala alle bellissime spiagge, famose per la pratica di surf e windsurf, ma anche ai suoi resort di lusso e ai suoi centri abitati, che offrono occasioni di svago, vita mondana e relax.
Tra le Hawaii, Maui deve il suo nome ad una leggenda, che vede protagonista Hawaiiloa, un navigatore polinesiano a cui è attribuita la scoperta delle isole hawaiane: l’antico nome dell’isola Maui era Ihikapalaumaewa, ma fu ribattezzata da Hawaiiloa con il nome di suo figlio, il quale, a sua volta, portava il nome del semidio Maui.
Oggi, è chiamata anche “Valley Island”, a causa delle tante valli presenti tra i due vulcani presenti sull’isola.

 

Geografia dell'isola di Maui

Maui Island è parte del sistema vulcanico Maui Nui, che abbraccia le isole di Lanai, Kahoolawe, Molokai e il Penguin Bank, ora sommerso.
Sull’isola, sono presenti due grandi vulcani: a ovest, le montagne di Maui occidentale e, a est, l’Haleakala, il più grande delle Hawaii ed il più grande cratere spento del globo.
Tra i due, si estende un istmo, che ospita i paesi di Kahului, Wailuku, Maalaea e Kihei, mentre altri paesi sono quelli di Lahaina, ex capitale del regno delle Hawaii, Hana, Wailea, Pa'ia e la valle di I'ao, a sud di Wailuku.

 

Haleakala

Haleakala è il più giovane vulcano di Maui isola, nonché uno dei più grandi al mondo, con i suoi 3000 metri sul livello del mare e i suoi 8 km tra la costa e la sua sommità.
I suoi fianchi ospitano vallate scoscese e profondi burroni, mentre l’istoma di Maui separa i due vulcani, simile ad una vallata.
La sua ultima eruzione risale al 1790 e oggi è un vulcano dormiente, ma in grado di essere protagonista di altri fenomeni eruttivi.

 

Clima

Il clima hawaiano si caratterizza per avere un anno diviso in due sole stagioni, durante le quali vi sono temperature medie e uniformi in tutte le isole. Tuttavia, la topografia irregolare di Maui produce cambiamenti climatici, dando vita in ogni zona dell’isola a particolari condizioni climatiche.
Per quanto riguarda le piogge, sono molto comuni e, in alcuni casi, anche molto forti, accompagnate da tuoni e lampi, anche se per la maggior parte sono brevi e leggere.

 

Storia dell'isola di Maui

Gli antichi hawaiani erano un popolo privo di scrittura, che ha tramandato la propria storia attraverso canti e leggende, in quasi 100 generazioni di preti kahuna.
Culla della storia e della civiltà hawaiane è Hana, dove sono nati imperi e si sono combattute numerose battaglie, per il governo di Maui e per la conquista dell’intera catena delle Hawaii.
Hana fu invasa dai reali di Big Island e le leggende narrano che proprio da qui i re di Maui e di Big Island cercarono di governare l’isola.
La storia antica delle Hawaii è stata ricavata per la maggior parte dai racconti dei primi capitani.
Nel 1800, i missionari presenti sull’isola costruirono la prima scuola, la Lahainaluna Seminary School, aiutarono a tradurre la lingua madre e nel 1834 iniziarono a stampare il primo giornale in lingua locale.
Fino a metà del 1400, l’isola era divisa in tre territori, ognuno con propri governanti: Wailuku a Maui centro, Lele a Maui ovest e Hana a Maui est.
Nel 1550 circa, il re Pi'ilani di Maui ovest, sposò la figlia del capo Hoana di Hana, divenendo un re molto amato e unificando in questo modo la zona orientale e quella occidentale. Pi'ilani commissionò anche molti lavori pubblici, occupandosi della costruzione di stagni per pesci, campi di irrigazione e il King’s Trail, un sentiero in pietra, che permetteva di circumnavigare l’isola e che attraversa gran parte della Road to Hana. Grazie alla sua realizzazione, furono unificati i villaggi e i capi dell’isola, rendendo Maui una delle più potenti del gruppo hawaiano.
Il primo esploratore europeo a vedere Maui fu il capitano James Cook, precisamente il 26 novembre 1778, quando ancorò le sue due navi a largo della costa di Kahului, ma senza toccare terra. Una volta salpato verso la costa nordovest, fu avvicinato da una canoa reale a doppio scafo, con a bordo il re dell’isola delle Hawaii, Kalaniopu’u, e suo nipote, Kamehameha, il quale si dimostrò molto interessato alle armi occidentali.
Nel maggio del 1786, l’ammiraglio francese Jean-Francois de Galaup La Perouse fu il primo occidentale ad arrivare su Maui, in quella che oggi è conosciuta come La Perouse Bay.
In seguito, Kamehameha iniziò a procurarsi armi e cannoni dagli occidentali, riuscendo ad avere il sopravvento sugli altri popoli hawaiani e a riunire tutte le isole sotto il proprio governo, fino alla battaglia a Iao Valley.
La lotta per il governo di Maui terminò con la conquista da parte di Kamehameha, con la sua flotta di guerrieri, le sue armi occidentali e il suo esercito, che inseguì i guerrieri Maui nella Iao Valley.
Fu una battaglia molto sanguinosa, tanto che si narra che il fiume Iao era rosso per il sangue dei morti!
Entro il 1810, Kamehameha aveva il controllo di tutte le isole hawaiane, dando inizio ad un periodo di pace, ormai dimenticata durante i circa 100 anni di guerra tra le isole.

 

Turismo all'isola di Maui 

Le principali attività di Maui Island Hawaii si basano sul turismo, attirando migliaia di visitatori con le sue bellezze naturali e la sua vita movimentata.

L’isola è molto amata per le sue spiagge meravigliose, la sacra Iao Valley e la vista delle megattere migratrici, durante i mesi invernali, ma anche per la sua cucina tipica e per albe e tramonti mozzafiato, che è possibile ammirare da Haleakala.

 

Cosa vedere a Maui Island Hawaii 

Regioni di Maui

Maui centrale

A Kahului si trova l’aeroporto principale dell’isola ed è qui che risiede la maggior parte della popolazione dell’isola e che molti turisti iniziano la propria permanenza, ma è anche un quartiere molto vivace per lo shopping, con il centro commerciale più grande di Maui.
In quest’area, sono presenti tante attrazioni, negozi e ristoranti a conduzione familiare, che è possibile trovare sulla strada fino al Parco nazionale della Iao Valley, che è il punto di interesse principale.
Il Parco ha un’estensione di 4000 acri ed è caratterizzato da verdeggianti foreste, avvolte nella nebbia, profonde valli e ruscelli nascosti. Sul sentiero battuto, potrete fare un’escursione fino ad arrivare al Iao Needle, altro ben 366 metri, mentre a Wailuku potrete ammirare le vetrine in legno intorno a Market Street, che ospitano decide di aziende familiari attive da generazioni.

 

Maui est

I tornanti a strapiombo sul mare e gli stretti ponti della Hana Highway vi aspettano per regalarvi viste sensazionali su spettacolari foreste pluviali, incredibili cascate e spiagge esotiche.

È la parte più caratteristica dell’isola, quella della leggendaria Road to Hana, con le sue piscine a cascata, che si fanno spazio nella foresta pluviale, e i banchi d’ananas, che si trovano lungo la strada.
La Hana Highway inizia a Kahului e percorre la costa settentrionale per 52 miglia (poco meno di 84 Km), per una durata che può impiegare solo 3 ore o un giorno interno, in base alla velocità con cui la percorrete, a quanto cibo assaggerete e a quante foto vorrete fermarvi a scattare.
Dopo 617 tornanti, 56 ponti a senso unico, cascate sensazionali, scogliere avvolte nel verde e spiagge di sabbia rossa, bianca e nera, arriverete alla piccola cittadina di Hana, oltre la quale si trova Kipahulu, del Parco nazionale di Haleakala e, a soli 15 minuti, le Pools of Oheo, anche conosciute come le Sette piscine sacre, perfette per una nuotata rinfrescante dopo il vostro lungo viaggio!

 

Maui sud

Qui potrete rilassarvi in un resort o giocare in uno dei 13 campi da golf di fama mondiale, ma anche distendervi sulle sue spiagge sabbiose, da cui ammirare le isole di Lanai, Molokini e Kahoolawe, e trascorrere notti romantiche.
Una visita merita l’acquario sottomarino del Maui Ocean Center, a Maalaea Bay, e non perdetevi negozi per lo shopping e i raffinati ristoranti!
Makena Beach, anche conosciuta come Big beach, è una delle spiagge più belle della costa sud occidentale ed è considerata una delle migliori dell’isola.
Meritano un salto anche Molokini, un piccolo isolotto a forma di luna crescente, che è un parco nazionale marino, e Wailea, un’area resort molto lussuosa, che si estende su ben 1500 ettari di terreno, con le sue cinque spiagge a forma di mezzaluna e i suoi campi da golf.

 

Maui ovest

Un tempo rifugio per i reali hawaiani e sede della capitale del Regno, oggi questo lato dell’isola ospita resort, aree shopping, ristoranti e tante attività.
E proprio da qui è possibile ammirare alcuni tra i tramonti più belli al mondo!
Prima tappa è la città baleniera di Lahaina, con i suoi edifici rustici, risalenti al periodo in cui fu il porto più trafficato delle Hawaii. Oggi, è meta favorita dei passeggeri delle navi da crociera, per l’avvistamento delle balene.
Seguendo l’autostrada Honoapiilani, vi troverete nel vivace Kaanapali Resort, dove vi consigliamo di fare una passeggiata su Kaanapali Beach: qui, lungo le tre miglia di sabbia bianca e acqua cristallina, troverete famiglie giocare sulla spiaggia e indaffarati amanti dello shopping e della buona cucina.
In un susseguirsi di resort, arriverete a Kapalua, conosciuta per i campionati di golf e per la sua sobria eleganza.
Se siete surfisti esperti, allora non perdetevi Honolua Bay, sulla costa nordovest, mentre se siete amanti dell’arte, un salto a Lahaina è d’obbligo, per visitare le sue gallerie d’arte e i suoi negozi.

 

Upcountry Maui

Appena si sale lungo le altezze più elevate circostanti Haleakala, il paesaggio cambia, passando dalle spiagge dorate alle colline e alle montagne nebbiose.
In passato, gli hawaiani coltivavano il taro e la patata dolce sul suolo vulcanico dei campi di montagna; oggi, è possibile fare dei tour delle fattorie, visitare i caseifici di capra e degustare vini e liquori del posto a Kula e Makawao.
Inoltre, potrete vedere un vero cowboy hawaiano, la cui figura è nata nel XIX secondo, quando il re Kamehameha III invitò i vaqueros della California, per istruire il suo popolo sull’allevamento di bestiame.
L'isola di Maui è di sicuro una tappa obbligata per coloro che si rechino alle Hawaii: perché farsela scappare?

TAGS: maui | maui hotels | maui hawaii | maui weather |
Aggiunto ai tuoi preferiti
Tolto dai tuoi preferiti