La cultura hawaiana

Scopri
SCOPRI

Tanto si dice sulle Hawaii, ma pochi conoscono la vera cultura hawaiana.

Meta turistica per eccellenza, spesso si dimentica che le Hawaii sono anche un luogo ricco di storia e tradizioni secolari, che rendono questo arcipelago e la cultura hawaiana ancora più suggestivi.

 

Cultura Hawaii

Ogni cosa qui ha un suo significato nascosto e più profondo, dalle feste alle danze, passando per il conosciutissimo “aloha” e fino ad arrivare alla sua lingua e ai suoi piatti tipici.

Scopriamo insieme cosa si nasconde dietro le tradizioni hawaiane!

 

Feste ed eventi hawaiani

L’anno hawaiano è scandito da una serie di feste e celebrazioni, che renderanno la vostra vacanza nell’arcipelago ancora più entusiasmante e particolare.

Nelle isole principali vengono organizzate serate in spiaggia a base di balli e musica tradizionale hawaiana.

Inoltre, ogni mese ha una propria festa, legata a cultura, sport, tradizione e religione, a cui dovete assolutamente partecipare per immergervi a pieno nello spirito hawaiano!

 

Gennaio e Ka Molokai Makahiki Festival

Il Ka Molokai Makahiki Festival si tiene nell’isola di Molokai ed è l’evento con cui la popolazione hawaiana ringrazia per l’abbondanza del raccolto. Questa festa inizia il primo mese dell’anno e prosegue per i quattro mesi successivi.

Oltre a celebrare questa festa, è possibile, anche per i turisti, diventarne protagonisti, partecipando ai concorsi, ai workshop e agli eventi sportivi organizzati.

 

Febbraio e il Capodanno cinese

Il Capodanno cinese cade a febbraio ed è festeggiato sull’isola di Oahu, dove risiede appunto una buona parte della popolazione asiatico-americana. La Chinatown hawaiana si trova ad Honolulu e, per l’occasione, viene popolata da stand gastronomici e prende vita con gli eventi celebrativi della Cina, con fuochi d’artificio, fiere artistiche, danza del leone, concerti e tanto altro.

Febbraio è anche il mese del Cherry Blossom Festival, che si svolge anch’esso a Honolulu. È la festa della comunità giapponese, che ha l’obiettivo di diffondere la cultura giapponese e di arricchire la vita delle giovani giapponesi.

Durante i festeggiamenti, sono organizzati tornei di golf e competizioni di public speaking tra le ragazze che vi partecipano, rigorosamente vestite con kimono: pensate che per partecipare a questo evento, le giovani si preparano almeno sei mesi prima!

 

Marzo e Waikiki St. Patrick's Day Parade

La Waikiki St. Patrick's Day Parade si svolge il 17 marzo a Waikiki, sull’isola di Oahu.

È una festa tipicamente irlandese per celebrare il giorno di San Patrizio e durante la quale si svolge una parata alla quale prendono parte più di 800 persone e che si snoda lungo un percorso che va dal viale Kalakaua avanti a Fort DeRussy fino al Kapiolani Park! Ad accompagnare il tutto, musica, cibo e ottima birra irlandese!

Sempre a marzo e sempre a Waikiki si svolge anche Honolulu Festival: una festa di tre giorni, durante la quale si celebra il rapporto tra le Hawaii e l’area del Pacifico. L’evento è densamente culturale, con spettacoli di danza, musica e dimostrazioni artistiche, che raccontano i segreti dell’arte artigiana tipica del luogo.

A concludere la festa, vi è la tradizionale parata da Saratoga Road fino a Kalakaua Avenue.

 

Aprile e Merrie Monarch Festival

Festival tipico dell'isola di Big Island, il Merrie Monarch Festival dura per una intera settimana, a partire dalla domenica di Pasqua: in tale occasione, vengono celebrate le tradizioni locali hawaiane, in memoria del sovrano David Kalakaua, soprannominato Merrie Monarch, il quale riuscì a recuperare molte tradizioni locali, tra le quali la tipica danza hawaiana: la tradizionale Hula.

Durante questo festival, si svolge un’importante competizione di Hula, che attira compagnie di danza da ogni parte del mondo.

Sempre ad aprlie, si svolge anche il Mele May ad Honolulu, una celebrazione di cultura, musica e Hula hawaiani, che dura diversi mesi e che ospita diversi eventi musicali tra hotel e spiagge, dove a farla da padroni saranno ukulele, chitarre e musica reggae dell’isola.

 

Maggio e Lei Day

Il Lei Day è un giorno di vacanza per tutte le isole hawaiane dal 1929.

Il Lei è la ghirlanda tipica hawaiana, realizzata con tanti piccoli oggetti legati insieme, la maggior parte dei quali sono fiori e ogni isola ne ha una propria tipologia. Il Lei è simbolo di accoglienza e di affetto e, per tradizione, viene offerta all’arrivo o alla partenza delle persone.

Durante questo giorno, si svolgono gara di Lei-Making, ossia per la creazione di ghirlande, ma anche esibizioni di Lei dance.

Ad Oahu si svolge il maggiore evento, ovviamente gratuito, legato a tale celebrazione; in particolare, questo si svolge al Queen Kapiolani Park di Waikiki, dove vi saranno musica dal vivo, Hula, venditori di cibo e una serie di contest di Lei.

Altro imperdibile evento di maggio è il Lantern Floating Festival, che si svolge ad Ala Moana Beach Park, ad Honolulu. La cerimonia si svolge durante il Memorial Day, per dimostrare gratitudine agli antenati e creare una speciale connessione con il passato.

In questa occasione, vengono accese più di 40.000 lanterne di carta, illuminate da luci o candele, con sopra messaggi personali. Le lanterne sono poggiate sull’acqua prima del tramonto, al suono di una campana e i partecipanti spargono petali di fiori e fanno delle offerte.

Per questo mese non finisce qui, perché è anche il mese del Maui Film Festival, che si svolge a Wailea sull’isola di Maui: si tratta di un divertente festival cinematografico, durante il quale sono organizzati incontri artistici sui mestieri del cinema, ma anche spettacoli di danza e di musica e osservazioni delle stelle insieme ad esperti. Inoltre, vi sarà anche la proiezione di pellicole all’aperto al Golf Club, al Celestial Cinema e a Wailea Beach.

 

Giugno e Kapalua Wine and Food Festival

A giugno, a Kapalua, sull’isola di Maui, potrete imbattervi nel Kapalua Wine and Food Festival, un gustoso evento, con laboratori di cucina e show culinari tenuti da chef rinomati a livello mondiale. Le degustazioni, ovviamente, sono assicurate!

 

Luglio e il Transpacific Yacht Race

Conosciuta anche come Transpac o Transpac Race, questa regata velica tra Los Angeles e Honolulu si svolge ogni due anni ed è organizzata dal Transpacific Yatch Club dal 1906, lungo un percorso di circa 4121 km!

 

Agosto e il Valley Of The Temples Hosts Annual Obon Festival

Il Valley Of The Temples Hosts Annual Obon Festival si svolge a Kahaluu, sull’isola di Oahu presso ilByodo-In Temple, per celebrare il legame con i propri antenati. L’evento è ricco di preghiere e durante il suo svolgimento si usano l’incenso e le lanterne di carta galleggianti, il tutto rallegrato da venditori di cibo locale, musica, danze, giochi per bambini e canti.

 

Settembre e The Amazing Aloha Festivals

Anche questo festival si svolge su tutte le isole, ma gli eventi principali si tengono ad Oahu. In tale occasione, sono organizzati oltre 300 eventi sulle isole, da settembre ad ottobre, con musiche e ukulele, danze, cibo e tanti eventi multiculturali, come la gara di sushi hawaiian style!

 

Ottobre e The Molokai Hoe

Questo evento si svolge tra le isole di Molokai e Oahu ed è il campionato mondiale di canoa polinesiana, i cui partecipanti sono più di 100: l’obiettivo è quello di percorrere circa 65 km dalla spiaggia di sabbia bianca Hale O Lono di Hilo a Molokai, passando per il pericoloso canale di Kaiwi e fino alla spiaggia di Duke Kahanamoku a Waikiki su Honolulu.

 

Novembre e il Kona Coffee Cultural Festival

Il Kona Coffee Cultural Festival si svolge a Big Island ed è un evento gastronomico che celebra il caffè, coltivazione tipica del suolo hawaiano, grazie alla sua natura vulcanica. In particolare, una varietà eccellente è il caffè Kona, raccolto da piccole fattorie a conduzione familiare.

 

Dicembre e la Van’s Pipeline Masters

Si tratta della gara di surf più avvincente al mondo, che si svolge presso il famosospot Pipeline Banzai ad Haleiwa, che in questo periodo dell’anno registra onde da brividi!

Sempre a dicembre si svolge la Honolulu Marathon, a Honolulu, appunto, sull’isola di Oahu, alla quale prendono parte oltre 30 mila partecipanti: non si tratta di un evento competitivo, ma comunitario, che permette a tutti di partecipare, lungo il diverso percorso che preferiscono e senza limiti di tempo!

Il percorso è uno dei più panoramici di sempre e permette di ammirare Waikiki Beach, Diamond Head e i crateri di Koko Head. Ad attendere i maratoneti al traguardo a Kapiolani Park vi è uno spettacolo di fuochi d’artificio!

 

Hawaii lingua: aloha e mahalo

Tuttavia, la cultura hawaiana non si ferma solo ai suoi eventi tipici, pur sempre bellissimi, ma si estende a altri aspetti della vita di tutti i giorni: uno tra tutti è la lingua hawaiana.

Sono due le parole più conosciute dai turisti e più utilizzate dagli hawaiani stessi: aloha e mahalo.

Aloha è probabilmente la parola hawaiana più bella in assoluto e, di certo, quella che più ci fa pensare alle belle spiagge e al caldo sole delle Hawaii. Pochi sanno, però che dietro l’immagine turistica, in realtà, si nasconde un significato più profondo, che esprime tutta la filosofia hawaiana.

Normalmente, la parola aloha viene utilizzata come saluto da parte degli abitanti delle isole hawaiane, per accogliere e dare il benvenuto a coloro che arrivano.

Tuttavia, questa parola è anche sinonimo di buon augurio e spesso indica uno stato di benessere, nel più profondo senso di amore, affetto e gentilezza.

Insomma, si tratta di una piccola parola, ma densa di significato, che gli hawaiani non mancheranno di offrirti, accompagnandola ad un grande sorriso e ad un caloroso abbraccio, per dimostrarti quanto siano lieti di accoglierti nella loro terra.

La seconda parola più utilizzata alle Hawaii è mahalo, che potremmo tradurre come “grazie”. Anche questa, però, racchiude un significato che va ben oltre il semplice ringraziamento.

Nella lingua hawaiana, ogni parola che contiene in sé “mana” ha qualcosa di sacro, perché “mana” significa potere divino: proprio per questo suo contenuto, mahalo è una sorta di benedizione spirituale.

 

Danza hawaiana: la Hula

Nel Pacifico, esiste una danza tradizionale, che si tramanda dall’antichità: è la Hula.

Si tratta di un ballo davvero unico, che, attraverso gesti e movimenti del corpo, racconta antiche leggende della sacra tradizione hawaiana, fatte di storie di re e regine, amori proibiti, notti stellate, tramonti e arcobaleni.

Ogni ballo è accompagnato da salmi antichi recitati o cantati dai danzatori, mentre alcune danze sono accompagnate dalle canzoni hawaiane tradizionali.

Vi risulterà semplice capire di cosa si narra, osservando bene ogni passo e ogni parola abbinati a movenze simboliche.

Vi sono diversi tipi di danza e, in particolare si distingue tra Hula Kahiko e Hula Auana: la prima deriva dalle antiche arti marziali, ballerini e ballerini ballano al ritmo di zucche, con costumi tradizionali antichi e corone di felci in testa; la seconda è caratterizzata da musica più melodiosa, si ballano canzoni che raccontano di storie d’amore, questo tipo di danza risente dell’influenza occidentale ed è ballata con abiti eleganti e Lei, ossia le ghirlande di fiori.

 

Cibo hawaiano

Storia, cultura, danze e balli tipici sono tutti punti forti della cultura hawaiana, ma da non perdere è anche la cucina tipica delle isole.

Si tratta di una tradizione culinaria molto legata a quanto offerto dalla natura delle isole, ma che con il tempo si è anche integrata con le tradizioni delle etnie asiatiche del luogo.

Tra i sapori hawaiani che caratterizzeranno molte delle pietanze che vi verranno servite durante la vostra permanenza sulle isole, non mancheranno cocco, ananas, taro e patate dolci.

Un piatto molto gustoso è il Poke, ossia tonno crudo a dadini, una sorta di sashimi giapponese, ma dalla marinatura particolare.

Esiste anche il Poke di polpo o di lime, ma anche il Shoyu Poke, ossia la versione piccante, con salsa di soia e cipolle dolci.

Un altro piatto che vi consigliamo di provare è il Salmone lomi, non originario delle Hawaii, ma probabilmente importato da altre isole del Pacifico. Si tratta di un piatto composto da salmone a dadini e insaporito con pomodori e cipolle.

Pietanza tipica delle Hawaii è il taro, ossia un tubero simile alla patata, ed è proprio dalla radice di taro che è composto il Poi: si tratta di un budino dal sapore un po’ acidulo, con il quale si accompagna la carne.

Se volete assaggiare, quindi, piatti a base di carne, il nostro consiglio è di optare per il Kalua Pig, un arrosto di maiale cotto per circa cinque ore in un forno sotterraneo, in modo da far affumicare e rendere morbida la carne, poi condita con sale hawaiano e succo affumicato e, qualche volta, con zenzero e lime.

Un dolce assolutamente da non perdere, inoltre, è lo Shave Ice, ossia un ammasso di ghiaccio, messo su un contenitore di carta o plastica di forma conica e colorato con sciroppi di ogni gusto: dal mango all’ananas, dal cocco al guava e tanti altri!

Insomma, che sia per la cultura, per le feste o per il cibo, le Hawaii sono davvero un luogo ricco di cose da scoprire!!

Aggiunto ai tuoi preferiti
Tolto dai tuoi preferiti