Passa al contenuto principale
Balena che salta

Balene

Siete alle Hawaii e vi state chiedendo dove vedere le balene?

Proprio per rispondere a questa domanda, oggi vogliamo parlarvi dell’avvistamento balene, noto anche come whale watching, che ogni anno porta sulle isole hawaiane un enorme quantità di turisti, tutti intenti a scovare il posto migliore da dove vedere le balene.
In realtà, oltre ad individuare le zone in cui è più facile avvistare le balene, ciò che riveste un’importanza centrale è anche il periodo in cui tentare gli avvistamenti, in quanto ve ne sono alcuni in particolare in cui si verificano più di frequente.
Dunque, se siete curiosi di sapere dove e quando vedere le balene, siete nel posto giusto!
Cominciamo, però, col dare qualche cenno in più sulle megattere e sulle balene.

Perché le megattere sono così affascinanti?

Le megattere, in hawaiano no kohola, hanno una lunghezza media di 13,7 metri, ma possono raggiungere anche i 18 metri.
A renderle tanto preziose è il fatto che si tratta ormai di una specie in via di estinzione, a causa dell’accanimento dei cacciatori di balene che ha caratterizzato il secolo scorso.
Per fortuna, grazie all’intervento della protezione internazionale, oggi il loro numero sta aumentando e l’attuale popolazione globale è arrivata a circa 80 mila megattere.
Della popolazione totale di megattere, se ne contano tra i 12 e i 18 mila esemplari nelle vicinanze delle Hawaii durante il periodo invernale.
Proprio nelle Hawaii, infatti, vi è il Sanctuary Ocean Count, che dà a residenti e turisti la possibilità di partecipare in modo attivo alla valutazione dello stato delle megattere: il conteggio si tiene l’ultimo sabato di gennaio, di febbraio e di marzo sulle isole di O`ahu, Kaua`i e Hawai`i e potrete prendervi parte voi stessi in prima persona.
Non solo la loro importanza in quanto specie protetta, ma anche il loro comportamento giocoso le rende uno spettacolo amato e ricercato dai turisti.
Nonostante le loro significative dimensioni, infatti, queste riescono a realizzare incredibili acrobazie acquatiche, saltando fuori dall’acqua o battendo la coda sulla superficie.
Ricordiamo a tal proposito che la balena megattera è la quinta balena per dimensioni tra le grandi balene!
Le megattere hanno anche un incredibile valore culturale per le popolazioni hawaiane, che da sempre le trattano con enorme rispetto, considerandole la rappresentazione terrena del dio hawaiano Kanaloa, dio degli animali dell’oceano, nonché guardiani di famiglia.
Basti pensare che queste sono raffigurate anche in antichi petroglifi presenti su diverse isole per capire quanto sia radicato nella popolazione il profondo rispetto per questa creatura.

Perché le megattere scelgono le Hawaii?

Le Hawaii ospitano circa 24 specie di balene e delfini, quali balene pilota a pinne corte, capodogli nani, capodogli, balene dalla testa di melone, balene a becco di Cuvier, finte orche, balene, balene a becco di Blainville, balene di visone, balena di Bryde, orche, capodogli pigmei, balene assassine pigmei e balene dal becco di Longman.
Ogni specie, è presente nelle acque hawaiane in diversi periodi dell’anno, per cui è possibile incontrarne anche al di fuori della cosiddetta stagione delle balene.
Nello specifico, le megattere sono una specie migratoria, per cui annualmente migrano tra le fredde acque dei poli e le acque sub tropicali.
Pensate che ogni anno le balene del Nord Pacifico nuotano mediamente per quasi 10 mila km, anche se sono state registrate migrazioni di oltre 25 mila km!
Dopo un’estate trascorsa nelle acque fredde a nord per nutrirsi e accumulare le riserve di grasso, queste, infatti, si recano a trascorrere l’inverno nelle acque tropicali per accoppiarsi, partorire e crescere i propri cuccioli in un ambiente protetto dai predatori.
Insomma, proprio come noi, anche le balene vengono alle Hawaii per rilassarsi e rigenerarsi!

Consigli per l’avvistamento delle balene alle Hawaii

Quale che sia il motivo per cui vengono alla Hawaii, vedere gli animali più grandi del mondo nel loro habitat naturale è sempre un’esperienza unica e ricca di fascino.
Dal 1996, ogni anno i volontari contano quante balene vi sono in ogni zona delle isole e da tali registrazioni è stato possibile detrarre alcuni dati importanti relativi alle località e ai periodi migliori per il whale watching.

Quando dedicarsi al whale watching: la stagione delle balene

Per gli avvistamenti, si parla di una vera e propria stagione delle balene, durante la quale le megattere popolano i mari delle Hawaii.
Tale periodo va da novembre ad aprile: infatti, le prime balene iniziano ad arrivare a Big Island a novembre, raggiungendo il picco a gennaio, febbraio e marzo, per poi andare via nel periodo che va da fine aprile ad inizio maggio.
Dunque, i mesi con elevata possibilità di vedere le megattere sono gennaio, febbraio e marzo, mentre le possibilità sono quasi nulle nel periodo che tra maggio a ottobre.
I tour di whale watching iniziano a metà dicembre.
Inoltre, se è vero che a gennaio e febbraio sulla costa di Kohala il numero di avvistamenti è significativo, mentre a marzo si dimezza, è vero anche che, allo stesso tempo, è possibile riscontrare un aumento se vi trovate sulla costa di Hamakua nel mese di marzo.
Il momento migliore della giornata è la mattina presto, in quanto il clima mattutino è più calmo e l’oceano meno agitato rispetto al pomeriggio, per cui è più semplice individuare le balene.

Dove vedere le balene: la migliore whale watching island

L’isola migliore da cui vederle è senza dubbio Big Island, per cui si può parlare di una vera e propria whale watching Big Island, ma anche Maui e Kauai sono un ottimo punto di avvistamento.
Dai dati raccolti nel corso degli anni, è stato evidenziato come il luogo migliore per avvistare le megattere sia la costa di Kohala, con una frequenza maggiore fino a due o tre volte rispetto ad altre località dell’isola stessa.
Come ricordato poco prima, dalla costa di Kohala gli avvistamenti sono maggiori a gennaio e febbraio, mentre a marzo è consigliabile spostarsi sulla costa di Hamakua.
In ogni caso, se sceglierete di vedere le balene dalla barca, i tour in barca vi portano nelle acque più popolate e lì l’avvistamento è praticamente assicurato.
Inoltre, se siete a caccia (quella innocua) di balene, potete anche scegliere di trascorrere un’intera giornata nella valle di Waipi’o o di dedicarvi ad un’escursione nella valle di Pololu o, perché no, di concedervi un picnic al tramonto sulla spiaggia di Holoholokai.
Per riassumere, quindi, le zone più promettenti per gli avvistamenti sono:

  • l’area a nord di Kona e la costa di Kohala;
  • la zona tra Molokai, Lanai e Maui, nel canale Auau;
  • le coste nord e ovest di Kauai;
  • la sponda nord di Oahu e la punta ad estremo est.

Come avvistare le balene

Le balene sono visibili sia dalla riva che dalla barca, magari a bordo di una rilassante crociera per vedere le balene.
Il nostro consiglio, valido per entrambe le modalità di avvistamento, è di non concentrarvi troppo sullo schermo del cellulare o sull’obiettivo della vostra macchina fotografica per scattare una foto: nel migliore dei casi, verrà una foto mossa e poco nitida.
Piuttosto, godetevi la vista con i vostri occhi, magari aiutandovi con un binocolo, perché no!

Tour in barca

Il modo più semplice e affidabile per avere una vista ravvicinata delle balene è sicuramente quello di affidarsi ad un tour, che vi permetterà di avvicinarvi in modo davvero impressionante a questi giganti e, con un po’ di fortuna, potrete vedere anche delfini, tartarughe e squali balena!
Le imbarcazioni sono quasi sempre attrezzate con guide professionali, che rendono ancora più affascinante il tour.
Per rispettare la sicurezza delle megattere e dei turisti, moto d’acqua e imbarcazioni devono mantenere una distanza minima di sicurezza, ma non è raro che siano le stesse megattere ad avvicinarsi incuriosite!

Avvisamenti da riva

Avvistare delle balene da riva non è impossibile, ma è sicuramente più impegnativo, oltre a richiedere una buona dose di pazienza e di fortuna.
La cosa importante è trovare un posto in cui fermarsi o magari sedersi e dal quale puntare bene gli occhi sull’oceano.
Ciò a cui dovete fare ben attenzione sono getti di vapore e di acqua, che provengono da una balena che sta espirando ed entrando di nuovo in acqua in quel momento.
I getti sono visibili da molto lontano e sono il segno più evidente della loro presenza.
Di solito, i posti da cui è possibile vedere le balene da terra sono la costa nord di Kona, Kohala, Kohala nord e Hilo, ma, per andare più nel dettaglio, i 3 luoghi migliori sono:

  • il parco storico statale di Lapakahi, situato sulla punta nord-est di Big Island e perfetto per osservare le balene dai suoi 100 piedi di altezza; il Lapakahi State Historical Park si trova sull’autostrada 270 a nord di Kawaihae ed è a circa 8 km dalla riva; in quanto molto caldo e privo di coperture, vi consigliamo di portare con voi un ombrello per ripararvi dal sole cocente;
  • il sito storico nazionale di Puukohola Heiau, il cui nome hawaiano significa proprio collina della balena; questo sito è interessante da visitare ed è vicino al parco Spencer Beach, nel quale vi sono molti tavoli da picnic e un campeggio; insomma, il parco Spencer Beach è un luogo davvero comodo per avvistare le balene tra un picnic e l’altro;
  • Kapa’a Beach Park, vicino al parco storico statale di Lapakahi e dotato di comodi padiglioni da picnic coperti.

È possibile nuotare con le balene?

Una domanda che viene fatta spesso a chi organizza tour per vedere le balene è se sia possibile nuotare con queste.
Si tratta sicuramente di un’esperienza che affascina i più audaci, ma è importante sapere che vi è una legge federale che vieta ai subacquei di avvicinarvisi ad una distanza minore di 90 metri alle megattere e di 45 metri ad altre specie di balene.
Date le dimensioni di queste creature, tuttavia, è possibile apprezzarle bene anche a tale distanza.

Il canto delle balene

Che sia da riva o dalla barca, oltre ad avere la possibilità di avvistare una balena, potrete ascoltarne anche il canto melodioso.
Infatti, l’unica cosa più affascinante dell’avvistare una balena è sentirla cantare.
Forse in pochi sanno che maschi di balena megattera cantano per competere con altri potenziali rivali in amore.
Di solito, le balene della medesima area cantano canzoni simili tra loro, che si differenziano solo per alcune leggere variazioni di tonalità, mentre quelle provenienti da regioni non sovrapposte cantano canzoni completamente diverse!
La cosa particolare delle loro melodie è che si evolvono, ma a ritmi diversi tra loro.
Questa sorta di esibizione canora avviene durante la stagione degli amori ed è un vero e proprio modo di flirtare per le balene!
Il suono di queste melodie viene trasportato sott’acqua, tanto che è possibile ascoltarle anche a kilometri di distanza!
Se siete in mare, meglio ancora se state facendo snorkeling, fate un respiro profondo, immergete la testa e liberate le orecchie, chiudendo il naso con le dita e soffiando l’aria dal naso, fino a sentir andar via la pressione del mare dai timpani.
Mantenetevi in immersione mettendo le mani nella sabbia o attaccandovi a qualche roccia, purché non sia corallo!!
Prestate bene attenzione e sentirete l’inconfondibile canto delle balene.
Insomma, adesso che avete capito quando e dove vedere le balene, non vi resta che incontrarle!

Nā Pali Coast

Pronto per le tue prossime vacanze?

Prenota con noi